Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Piatti Etnici’ Category

Dall’oggetto qualcuno avrà pensato che io mi sia messo a recensire giochi del Sega Master System, in realtà oggi per duericcheporzioni è un giorno speciale perché farà una puntatina sull’etnico, dopo la cocente delusione ricevuta dalle GIRAVOLTE GUSTO MEDITERRANEO.

Quando vedo le diapositive di qualche fortunello che ha avuto l’opportunità di recarsi in Giappone, sono sicuro che prima o poi mi imbatterò in immagini di cibo, magari tratte da qualche mercato, o da qualche tavolata.
E via con la rassegna di maialini vivi appesi, pesci crudi infilati in stuzzicadenti e venduti da qualche ambulante. Uomini senza denti ed in ciabatte che sorridono con teste di salmone giganti a fare da sfondo. Confezioni di frutta coloratissima e della stessa dimensione. Liquidi trasparenti dove galleggiano oggetti non identificati. Bevande viola.

I noodles sono semplicemente pasta orientaleggiante. Qualsiasi cazzata tenteranno di dire tappatevi le orecchie e fate “bla bla bla bla”. E’ pasta.
Quando devo rispondere “noodles” alla domanda “che cos’hai mangiato oggi?” e quando sento controbattere “nuché” a tale risposta, allora mi barrico dietro una frase, forse sciocca, ma che fa capire subito di cosa si parla: “sono gli spaghetti manga!”.
E’infallibile.
Certo, se, avete una storia d’amore a distanza con un tizio conosciuto sul forum di Jasuko e Nacagami, ed il vostro interlocutore nonché partner è siculo, magari vi risponderà “Che cooosa? Spaghetti della menghia? Dimmi dove sei! Bottaaana!”, in tal caso riaggangiate, rinunciate alla spiegazione, e consumate il vostro piatto lasciando il vostro compagno con il dubbio sulla natura dei vostri spaghetti. Tanto a noi uomini piace arrovellarci nell’incandescente brace dell’insicurezza.

Faccione giganti e bacchette affondate in bicchieroni di plastica, dai quali usciva un lungo ed ininterrotto filo di spaghetti fumanti. Questi sono, per me, i noodles.
Poi è possibile che qualcuno fra i gentili lettori che si sia letto tutte le trecentoventi serie di Capitan Tsubasa voglia contraddirmi, ma noi faremo finta di niente.

Perché una persona dovrebbe acquistare una confezione di noodles?
Costano pochissimo (1,30 alle COOP).
Si preparano immediatamente.
Non sai cosa mangi, ma ti sazia.

In alto un drago blu rattrappito e un po’ sbilenco con la lingua di fuori e la scritta “BLUE DRAGON” nel mezzo.
La parte centrale è la classica nipponata: “3min Noodles” scritto a mò di insegna luminosa di una pensione a ore.
Il lettore medio di Naruto ci dirà che è triste banalizzare in questo modo una cultura millenaria fatta di samurai e uomini che si tagliano il mignolo, però, insommma, voglio ben vedere se le confezioni di “Spaghetti Pummarola” nel reparto etnico del supermercato di Osaka non hanno immagini de “Il Padrino” o mandolini color marrone.

La foto non è a fuoco, ma risulta essere il tentativo di scatto numero quattrocentoventicinque, quindi tentate di apprezzare la buona volontà.
Le istruzioni di cottura sono semplici da seguire.

Il contenuto si compone di questo agglomerato di spaghetti, dal quale si stacca inevitabilmente qualche ricciolino che voi potrete assaggiare direttamente dal fondo della busta, trovando più di qualche reminiscenza con le amate cipster.

Dimenticavo: le varianti da me reperite sono due. Una al pollo e pepe nero, l’altra al pollo con chilli. Ed è proprio della seconda che ci occuperemo.
Adagiate, assieme all’agglomerato visto prima, troveremo queste due bustine. Una, grigia e simile a quella di un profilattico conterrà una polverina che riassumerà nella sua consistenza polverosa le parti nobili del pollo. L’altra, trasparente, è il gioioso assieme delle spezie piccanti.
Scelta lodevole il fatto di dividere i due elementi, così un individuo, uno qualsiasi, chessò, magari mentre sta per disegnare il Drago Dalla Lingua Biforcuta sulla Smemo, potrà scegliere quanta piccantezza implementare al suo piatto.

Si ficca il mattoncino nell’acqua bollente (250 ml). Il mattoncino continuerà a perdere frammenti di simil cipster nell’acqua, e voi, bestemmianti, già saprete che gli stessi non saranno poi ripescabili dalla forchetta, e sarete costretti ad un umiliante risucchio.

Dopo tre minuti di orologio, gli spaghetti saranno pronti in una pozzetta d’acqua, come piacciono tanto a noi.
Agli stessi andranno poi aggiunti gli altri Ingredienti Misteriosi.

La polverina marrone chiaro conferirà il primo tocco al vostro piatto, il quale tuttavia andrà completato con la busta numero due…

Mescoleremo il tutto, et voilà.

Stantufferemo virilmente il nostro viso nel piatto, godremo degli effluvi piccanti come se ci fossimo iniettati Rinazina Spray Nasale direttamente sull’arteria carotide. Ci renderemo conto che, forse, il contenuto di una bustina è eccessivo. Ma sprezzanti del periglio affonderemo le nostre gote nel piatto, fino a non lasciare nemmeno una goccia dei nostri 3MIN NOODLES CHICKEN AND CHILLI.

Voti:

Packaging: 5/5 (BELLO!)

Facilità di preparazione: 5/5

Qualità del prodotto: SV (oh, non so se mi sono piaciuti. però non posso smettere di mangiarli. è un brutto segno?)

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Continua il concorso. Votate!, e accedete alla pagina fan, community ormai nutrita e dalla vita spirituale intensa.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: