Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘mezzepenne’

Prodotto da: F.I.R.M.A. ITALIA SPA


Questo è un prodotto che ho acquistato in un supermercato della catena IN’s, per 0,89 €.

La confezione è accattivante, con l’immagine “a puro scopo illustrativo” di una forchetta che porta verso l’alto delle mezzepenne avvolte in un denso sugo di pomodoro, con capperi e foglioline di basilico fresco. Il colore di sfondo è un avvolgente arancione, interrotto da una colonna verde che evidenzia il logo del prodotto ed il nome del piatto.
In basso a destra viene specificato che le porzioni sono due.

Il piatto in buona sostanza dovrebbe comporsi di pomodoro, capperi, olive nere. Non conosco l’esatta ricetta della pasta alla siciliana, che a memoria ricordavo con le melanzane; suppongo comunque che ne esistano decine di varietà, probabilmente ogni mamma e nonna di ogni singolo condominio siculo ne ha una propria versione.

La misura delle penne è naturalmente ridotta, poiché vengono adagiate in una busta (come quella dei risotti knorr, per intenderci), ma si conta sull’espasione delle stesse, in corso di cottura. La polverina dovrebbe diventare sugo di pomodoro, e qualche cappero ed oliva qua e là dovranno completare la festa. Il condimento è, per onestà di cronaca, un po’ scarso.

La formula per la preparazione di questo piatto è comune per la maggior parte delle pietanze disidratate, infatti la utilizzeremo spesso nei prossimi articoli che tratteranno di primi: Si versa una quantità d’acqua in una pentola, in questo caso 400 ml.

Si versa il prodotto al suo interno, poi si mescola e si cuoce a fuoco medio fino al completo assorbimento dell’acqua. Secondo la confezione la procedura dovrebbe durare 7/8 minuti.

Non ci resta che versare le nostre mezzepenne nel piatto, ed ecco qua la pasta alla siciliana, pronta per essere consumata.

La consistenza della pasta è piuttosto debole, (magari togliendole un minuto prima non sarebbe stato così, qui entra in gioco anche la mano del “cuoco”), ed il sugo di pomodoro ha un sapore vagamente dolciastro, i capperi e le olive si distinguono grazie al colore (verde contro nero, se avessero utilizzato olive verdi avrei avuto una certa difficoltà).

I 170 gr indicati nella confezione riempiono un piatto fondo, soddisfando una buona forchetta come me, non credo che la soluzione di dividere il tutto in due porzioni possa saziare qualcuno che non abbia le dimensioni di eta beta.

In sintesi: una discreta soluzione per chi vuole semplicemente tappare un buco nello stomaco ed ha poco tempo, magari durante la pausa pranzo (il piatto, secondo le istruzioni sul retro, si può preparare anche al microonde); sul mercato si trova comunque di meglio.

I Voti:

Packaging: 4/5

Facilità di preparazione: 5/5

Qualità del prodotto: 2,5/5

(altre voci si aggiungeranno, man mano che arriveranno le idee)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: